Zecchini scavi perforazioni teleguidate spingitubo e microscavi

-
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Perforazione teleguidata

Caratterisctiche:
Detta anche Perforazione Orizzontale Controllata o, in inglese, Horizontal Directional Drilling (HDD).
Nota anche come Trivellazione Orizzontale Controllata (T.O.C.) o Trivellazione Orizzontale Teleguidata (T.O.T.), è una tecnologia "no dig" che permette il controllo centimetrico della traiettoria.

La perforazione orrizzontale teleguidata  si avvale di una radiosonda montata sulla punta di perforazione.
Questa emette dei segnali radio che indicano la posizione della punta cosi che, l'operatore, possa interagire su: Altezza, inclinazione e direzione.
La radiosonda, montata in cima alla punta di perforazione, dialoga con l’unità operativa esterna permettendo il conttrollo e la correzzione, in tempo reale, della traiettoria del foro pilota.

Realizzazione del foro pilota
La prima operazione di una perforazione orrizzontale teleguidata , è la realizzazione del foro pilota, questo foro è lungo tutto il tracciato dell'attraversamento da realizzare (strada, ferrovia, canale, ecc.).
La punta di perforazione viene spinta da aste metalliche cave ed elastiche, che permettono la realizzazione di curve.
La testa di perforazione è costituita da una punta, chiamata anche“paletta”, che ha la  forma appiattita ed inclinata di 25° rispetto all’asse dell’asta per permetterle di cambiare direzione a seconda dell’inclinazione impostata.
Questa "paletta" è forata alla base il che permette la fuoriuscita del liquido in pressione utilizzato durante la perforazione.
Il monitor dell'operatore, ed il rilevatore radar portatile, consentono di individuare l'esatta posizione della testa di perforazione, consentendo così il costante controllo della traiettoria e di modificare, all'occorrenza, il percorso in caso vi sia da aggirare ostacoli o sottoservizi.

Allargamento del foro pilota
La seconda operazione della perforazione teleguidata consiste nell’allargamento del foro pilota.
Questo permetterà di inserire, all’interno della perforazione, un tubo camicia.
L’allargamento avviene con l’ausilio di alestori disponibili in diverse misure e adatti ad aggredire qualsiasi tipo di terreno terreno, anche roccioso.
Gli alesatori vengono montati al posto della punta di perforazione e trainati all'indietro dalle aste cave.
All'interno delle aste viene immesso un liquido ad alta pressione per migliorare l'estrusione dei materiali e consolidare il foro.

Posa in opera del tubo camicia
L'ultima operazione è la spinta del tubo camicia all’interno del foro allargato. A volte può essere richiesta la realizzazione di una camera di spinta per il posizionamento della macchina alla quota di perforazione desiderata.
(vedi spingitubo)


Dati tecnici:
Zecchini Scavi è in grado di eseguire perforazioni teleguidate a partire da un diametro di 50mm ad un diametro di 80mm, nella tipologia "no dig leggera", fino a raggiungere i 300mm nella tipologia "no dig pesante".

Per la due tipologia la lunghezza massima raggiungibile, per una singola perforazione, è di 200 metri.

Il liquido che viene immesso a pressione durante la perforazione teleguidata è la
Bentonite, un minerale argilloso composto per lo più da calcio e sodio,  il tutto preparato utilizzando il sistema MX240 e la perforatrice teleguidata della ditta Vermeer, azienda leader in questo settore.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu